Scuola Calcio: i Pulcini 2009 vincono la Coppa Carnevale a Ronciglione, gli Esordienti 2006 Rossa accedono alla fase regionale

E’ stato un fine settimana ricco di impegni per il settore giovanile rossoverde con ottimi risultati.

Prosegue a gonfie vele la squadra Esordienti 2006 Rossa, guidati da Daniele Catinelli,  che si è qualificata per la quarta fase del Torneo Fair Play Elite con l’accesso alla finale regionale che si svolgerà a fine febbraio. Domenica mattina al sintetico di Via Proietti Divi, la squadra rossoverde, ha affrontato nella prima gara il SF Castiglione del Lago vincendo tutti e tre i tempi con il risultato di 2 a 0, 1 a 0 e 1 a 0. Nella seconda gara le ferette hanno incontrato l’Accademia vincendo il primo e il secondo tempo 1 a 0 e pareggiando per 0 a 0 la terza frazione di gioco. In risalto le tre ragazze del settore giovanile Rachele Bartolocci, Ylenia Busecchini e Amanda Palmerini che si sono messe in mostra nei vari incontri del torneo.

I Pulcini 2009 del mister Lorenzo Fabiani sono stati impegnati nella Coppa Carnevale Memorial “Enzo Lambiti” a Ronciglione vincendo la Coppa Carnevale. Il torneo si è svolto presso il Centro Sportivo “Andrea Mascarucci” a Ronciglione, con la partecipazione delle squadre Pulcini 2009 di S.S.Lazio, ASD Romaria, National Soccer School e la Ternana Unicusano. Nella prima gara le ferette hanno vinto con la S.S.Lazio per 9 a 0. Nella seconda sfida hanno incontrato la squadra di casa, la National Soccer School, vincendo per 8 a 0. Nel terzo match hanno vinto per 9 a 3 contro la ASD Romaria portando a casa la vittoria e la coppa.

Per quanto riguarda le squadre della scuola calcio impegnate al torneo Cioccolentino, i Primi Calci 2010 ed i Piccoli Amici 2011/12, giocheranno la finale per il terzo e quarto posto domenica 11 febbraio. I Primi calci 2010 incontreranno per la finale il Narnia 2014 alle ore 10.15, mentre i Piccoli Amici 2011/12 sfideranno la Bosico alle ore 9.30.

Nella foto in alto la squadra dei Pulcini 2009 che hanno vinto la Coppa Carnevale-Memorial “Enzo Lambiti”

Condividi